"Possa il tuo cibo essere la tua unica medicina"

 "L'uomo deve armonizzare corpo e mente" 

 "La forza che è in ognuno di noi è il nostro più  grande medico" 

 "Se sei malato, prima scopri cosa hai fatto per diventarlo"
Plutarco.jpg

Fisioterapia e Naturopatia?

La Naturopatia rappresenta un percorso complementare alla fisioterapia ed alle scienze mediche in generale perché permette di dare suggerimenti utili alla prevenzione, mantenimento e miglioramento del proprio stato di salute e benessere. Se non stiamo bene ragioniamo male, la nostra concentrazione diminuisce ed il nostro umore peggiora, si abbassano le nostre difese immunitarie, la nostra postura e motricità ne risente in modo significativo. 

Noi siamo un'unica entità, la nostra psiche si manifesta con il nostro corpo ed il nostro corpo manifesta la nostra psiche e le nostre emozioni. Il cibo, l'acqua, l'aria, i suoni, i colori ..... partecipano a formare e mutare il nostro essere ed è importante conoscere e capire questa unità.

La motricità è al centro della nostra esistenza, qualsiasi cosa vogliamo esprimere viene fatto attraverso il gesto motorio e questo cambia il nostro modo di dover fare fisioterapia.  

In cosa consiste la seduta? 

Primo – raccolta di informazioni utili

Compilazione della cartella anamnestica naturopatica e delle problematiche principali da voi riferite. Esempio: “mal di testa ricorrenti”.

 

Secondo – Valutazione iridologica

(permette una buona valutazione del vostro stato di salute, come il fisico reagisce allo stress, l’eventuale accumulo di sostanze metaboliche o carenza di vitamine e minerali.

 

Terzo – Valutazione Morfo-fisiologica, morfo psicologica e costituzione

Il nostro corpo è la proiezione della nostra psiche e dei nostri malesseri, queste informazioni aiutano a capire le vostre reazioni all’attuale stile di vita.

 

Quarto – Stabilire possibili interazioni tra i vari malesseri e preparare un  programma con gli eventuali consigli da seguire per correggere gli eventuali vizi.

Mappa iridologica.jpg

Tutti i consigli verranno supportati da spiegazioni scientifiche ed eventuale materiale informativo. In caso di sospette carenze alimentari o problematiche sanitarie serie, il paziente verrà inviato agli specialisti di settore per confutarne la corretta ipotesi e procedere nel modo più corretto e sicuro, così come accade con quei pazienti che lamentano dolore e dopo una valutazione fisioterapica si sospetta una possibile lesione, vengono indirizzati verso l’Ortopedico o altri specialisti a seconda del caso.

 

I consigli naturopatici possono riguardare:

Sfera alimentare - come comporre o distribuire i pasti durante la giornata in base al lavoro o sport (niente diete). I cibi che sarebbe meglio evitare e quali aggiungere. Integrazione dopo controlli specifici.

 

Fitoterapia e Aromaterapia – Utilizzo di alcune piante o oli essenziali

 

Tecniche complementari – massaggi, esercizi respiratori, pratiche per il miglioramento della postura o per scaricare la mente, come lo Yoga o esercizi proposti da inserire nel proprio bagaglio sportivo

 

Ergonomia e ottimizzazione – consigli posturali, organizzazione degli orari e pulizia del riposo, per evitare di consumare energia inutilmente e caricarsi di tensioni superflue.

 

In cosa potrebbe aiutarmi la  Naturopatia ?

Allergie: alimentari, stagionali o respiratorie, agli acari

Apparato respiratorio: asma ed enfisema, bronchite, laringite, smettere di fumare.

Occhi: disturbi derivanti da congiuntiviti e cataratte

Apparato digerente: gastrite, costipazione, candidosi, afte, morbo di Crohn.

Apparato muscolo-scheletrico: artrite ed artrosi, osteoporosi, pelle, 
 

Apparato cardiovascolare: anemie, arterosclerosi, post emorragie, emorroidi, abbassamento del colesterolo, ipertensione, ipotensione.

Apparato uro genitale: calcoli renali, ritenzione urinaria, cistite

Disturbi prettamente femminili

Sindrome pre-mestruale, mestruazioni dolorose, menopausa.

Disturbi prettamente maschili

Adenoma alla prostata, prostatite.

Informazioni preliminari sulla Naturopatia

La Naturopatia o medicina naturopatica è un insieme di pratiche di medicina alternativa, i cui fondamenti teorici furono raccolti da principi salutistici di diversa provenienza, forse formulati alla fine del XIX secolo negli Stati Uniti per poi diffondersi, in diverse forme, nel resto del mondo, senza però mai riuscire a dare vita a una medicina autonoma, univocamente e coerentemente definita.

 

L'obiettivo è la stimolazione della capacità innata di auto-guarigione o di ritorno all'equilibrio del corpo umano, denominata omeostasi, attraverso l'uso di tecniche e di rimedi di diversa natura, oppure attraverso l'adozione di stili di vita sani e in armonia con i "ritmi naturali".

Le pratiche naturopatiche possono essere molto varie: 

 massaggiriflessologia  plantare, plantareidroterapiacromopuntura/cromoterapiafloriterapiaclimatoterapiaaromaterapia, cura dell'alimentazione e molte altre.

La medicina scientifica è critica riguardo alla medicina naturopatica, perché i mezzi utilizzati dalla medicina "alternativa" non sono fondati scientificamente, si basano su costrutti teorici non dimostrati; inoltre, i suoi presunti risultati clinici non reggono solitamente alla verifica clinica in studi controllati, e molti dei suoi esponenti usano in maniera fuorviante e suggestiva termini scientifici che hanno in realtà significati molto diversi.

Precisazioni - Alcune delle pratiche presenti nella Naturopatia, sono sono presenti anche nella medicina ufficiale e come tale, negli anni, sono state sottoposte ad innumerevoli verifiche cliniche e studi controllati. Oggi, l'agopuntura, i massaggi terapeutici alcune pratiche ginniche guidate e l'alimentazione sono utilizzate a pieno titolo all'interno dei protocolli medici e riabilitativi.

Tuttavia, proprio per non andare contro alcune "resistenze" ufficiali, diciamo che la Naturopatia non pretende di curare le malattie o le disfunzioni, ma di collaborare nell'iter terapeutico e di permettere un mantenimento dello stato di salute e benessere una volta superata la patologia.

Dimensione Psico-emotiva

 Avete mai sentito parlare di Psico-somatica? Si intende la capacità della psiche di interferire sulla salute e funzionalità del corpo e viceversa. Sentire nella "pancia", farsi guidare dal cuore, le tensioni tutte sulla schiena. Il nostro cervello elabora gli stimoli provenienti dall'esterno e li memorizza per suggerimenti futuri. In particolare tutto ciò che è traumatico può innescare delle forti funzioni di difesa che potremmo identificare come ansia, agitazione, paura, ma anche come tremore fisico, sudore, crampi, respiro alterato. queste sono tutte attivazioni autonomiche involontarie di difesa.

  Il buon Fisioterapista ed il buon sanitario devono imparare a riconoscere lo stato di attivazione del paziente e di come vive la sua situazione, proprio per impostare le sedute terapeutiche in un ambiente sicuro, rilassato e soprattutto positivo.

  I tempi di reazione ed i processi di guarigione si accorciano, il paziente è più motivato e molto spesso non si ripresentano ricadute.

  ricordate, noi siamo una cosa sola, se tutto il corpo non sa di stare bene ... non sta bene.

 
psicosomatica.jpg