EVENTI PASSATI E FUTURI

 

Per la prima volta, proviamo a mostrare le tecniche originarie dell'Hapkido Hapkiyusul.

L'Hapkido è un'arte marziale straordinaria, ma presenta anche un record molto particolare. E' l'arte marziale con il maggior numero di variazioni stilistiche al mondo.

Significa che il numero di Maestri che hanno modificato ed adattato alle proprie conoscenze (già acquisite) il metodo originario sono tantissime.

Naturalmente, con questo pensiero non voglio sminuire il lavoro di tanti adepti dell'Hapkido, nè tanto meno dire che il loro stile di combattimento non sia valido, ma il punto è che purtroppo in molti casi non si parla affatto di Hapkido, non di quello autentico intendo. In Italia L'Hapkiyusul è stato presentato solo una volta, nel 2006, ma senza riscontrare un grande successo. Ritengo che il fallimento sia stato nello strano atteggiamento che ho visto in molti partecipanti, che invece di "capire" e provare, si limitavano a ripetere le sequenze così come le avevano apprese in passato (nel loro stile). Anch'io commisi lo stesso errore, del resto sembrano tecniche molto simili a quelle degli altri stili, ma la vera differenza non risiede nella tecnica, ma bensì nel modo di eseguirla. n modo davvero diverso da tutti gli altri stili presenti oggi in Italia e che spero vogliate provare a conoscere.

A chi sono rivolti i seminari?

  • Il corso è rivolto ai praticanti di Hapkido (o arti similari), con almeno la cintura blu o tre anni di pratica continuativa.

  • Essere in possesso di una propria assicurazione sportiva (da esibire)

  • A coloro che voglio provare ad avvicinarsi o apprendere gli strumenti per lavorare con i principi originari.

  • A chi ha una mente aperta e libera, pronti a vuotare la propria coppa per riempirla nuovamente.

  • Questi incontri vanno visti e considerati come un Master accademico, il cui scopo e quello di migliorarsi sotto il profilo di allevo-insegnante-appassionato.

 

A chi non sono rivolti?

  • A tutti coloro che sperano di avere un altro riconoscimento da attaccare al muro e sfoggiarlo ben oltre il loro significato.

  • A chi non partecipa con la mentalità di un allievo desideroso di imparare, ma da maestro (finto allievo), pronto a cogliere ogni differenza dal proprio stile e ritenerla un errore, perdendo così l'opportunità di potersi elevare.

  • A chi partecipa solo fisicamente, guarda (ma non osserva e non ascolta) e continua a ripetere le tecniche nel modo già conosciuto, senza sforzarsi di apprendere o capire.

Contattatemi se interessati.

Mirko S. Laquidara

 

In occasione della settimana dedicata contro la violenza sulle donne, Il quotidiano "La Repubblica" dedica diversi articoli a questo argomento.

Tante bellissime proposte e spunti su cui riflettere per creare una società più giusta ed a misura di uomini e donne.

In questo scenario, il giornale ha voluto trattare anche l'argomento dal punto di vista della difesa personale. Avere delle strutture che possono aiutare le donne vittime di violenza è sicuramente importante, ma lo è altrettanto capire che è possibile anche prevenire o gestire meglio alcune situazioni ed evitare che si verifichino sempre meno queste situazioni.

La forza è anche nelle Donne, una forza incredibile che permette loro di lottare contro tutte le avversità quotidiane, ma è possibile lottare mentalmente e fisicamente anche in caso di aggressione ... ed avere successo.

Nei nostri corsi insegniamo a diventare consapevoli dei pericoli che ci circondano, ma anche di tutte le possibilità che abbiamo per evitare o uscire vincitori nello scontro. Consapevoli delle nostre vere potenzialità.

E' stato un onore essere contattato dalla redazione de "La Repubblica",  che mi ha confidato, di aver scelto la nostra associazione, fra tante, per il modo "differente" in cui trattavamo questo argomento. In particolare ha trovato interessante anche il nostro libro "Manuale di Difesa Personale Consapevole", descritto dalla maggior parte dei lettori come "unico, chiaro ed incredibilmente dettagliato".

Invito, chi non lo avesse ancora fatto, ad acquistarlo contattandomi direttamente.

Domani, 24 novembre 2016, uscirà l'articolo a noi dedicato nella sezione "Cronaca di Roma".

Ringrazio vivamente Alice Bianchini per questa splendida iniziativa ed opportunità.

Se vuoi partecipare al prossimo corso, o organizzarne uno nella tua palestra, contattami.

Un saluto a tutti e arrivederci al prossimo corso.

Mirko S. Laquidara

 
Cintura nera nell'Hapkiyusul
lo stile di Hapkido originario creato da
Dojunim Choi Yong Sul

 

Finalmente la tanto agognata cintura nera di Hapkiyusul. Erano 5 anni che sognavo questo momento e finalmente si è realizzato, nella splendida cornice della sede principale a Geumsan (Corea del sud) sotto la supervisione del Gran Maestro Dojunim Kim Yung San.

L'Hapkiyusul rappresenta lo stile originario e più veritiero dell'arte marziale studiata e tramandata da Choi.

Molte volte, quando guardo l'hapkido (qualsiasi stile) e lo confronto con l'Aikido, mi sembra assurdo che possano avere radici comuni nell'Aikijujitsu.

Studiando l'Hapkiyusul invece tutto cambia e finalmente spuntano le somiglianze ed alcune caratteristiche comuni.

Non me ne vogliano i praticanti di solo Hapkido, ma lo studio originario è tutta un'altra cosa. La traduzione di "Hapkido" è: "via che armonizza tecnica ed energia, ma a vedere le tecniche e gli esercizi non c'è nulla di armonico. Vieni afferrato ed esegui una tecnica, se non funziona tiri prima un colpo per destabilizzare l'avversario. Niente di più lontano dal vero spirito dell'arte. Quando pratichi Hapkiyusul ogni tecnica assume significato. Quando si viene afferrati o attaccati, si cerca una connessione con l'avversario, si avverte la sua energia e l'intenzione. Per eseguire correttamente la nostra tecnica dobbiamo coordinare l'intero corpo per esprimere il "ki". Dobbiamo adattarci alla forza ed alla statura dell'avversario ed eseguire una tecnica "adattata" perfetta per avere la meglio su di lui. Sebbene le sequenze da apprendere siano le stesse per tutti, ognuno la esegue in maniera diversa ed adatta la tecnica alla propria struttura e preparazione a quella dell'altro. E' bellissimo allenarsi ogni giorno con un praticante diverso e scoprire diversi modi di eseguire quella che dovrebbe essere la stessa tecnica, ma non lo è. Quella è la tua tecnica personale. L'Hapkiyusul è questo, non è mai lo stesso anche se è lo stesso. Entra dentro di te e lo senti scorrere lungo il tuo corpo, assorbi e rilasci energia esprimendo interamente te stesso. So bene che ciò che dico non è facile da comprendere. L'Hapkiyusul è una di quelle arti che non possono essere apprezzate se non praticandole. Bisogna accostarsi con umiltà, lasciando da parte le vecchie convinzioni che si avevano, bisogna allenarsi con una mente aperta al nuovo e diverso. Bisogna praticare con rispetto, sforzandosi di eseguire la nuova tecnica e non quella che già conoscevamo (anche perchè probabilmente non funzionerebbe) ed infine con pazienza, perchè solo la continua ripetizione porterà all'eccellenza.

Terminato l'esame di cintura nera mi hanno mostrato delle nuove tecniche, ma prerogativa principale di ogni allenamento era quello di ripetere sempre una parte del vecchio programma, per continuare a studiare, capire e migliorare.

Ecco la vera arte originaria dell'Hapkido-Hapkiyusul. 

 

 
FESTIVAL DELL'ORIENTE - ROMA 7-8 2016
NUOVA  FIERA  DI  ROMA 
STAGE di HAPKIDO YOUNG-SUL

 

 

Anche quest'anno rinnoviamo la nostra presenza alla Fiera dell'Oriente.

Un'occasione per immergerci nel mondo orientale e per poter allenarci insieme.

Quest anno, a chi interessato, mostriamo subito il programma che intendiamo svolgere.

 

Seminario 1) Difesa contro più avversari: Esercitiamo i movimenti, l'attenzione, le strategie contro due fonti di attacco disposte in direzioni diverse. Tecniche che sembrano inutili contro un solo avversario trovano nuovi significati e nuove applicazioni.

 

Seminario 2)  Tecniche di Tan-bong (il bastone corto con cordicella). Tecniche di percussione e leve articolari. Un'arma molto versatile che permette di essere usata come bastone, Nunchaku e rinforzo dei punti di pressione.

 

Gemelliamo le nostre lezioni con quelle del Maestro Carlo Briganti, Insegnante di Hapkido, Taekwondo e Tai Chi, che ci mostrerà ulteriori esercizi e diversi punti di vista su questi argomenti.

 

 

Costo evento - € 12,00 (prezzo dell'ingresso alla Fiera)

                        Nessun altro costo

Possibilità di acquistare il "Manuale di Difesa Personale Consapevole"

                                                    al prezzo scontato di € 15,00.

T-Shirt di Hapkido                                                        €   8,00

 

 

 

 - Luogo          Nuova Fiera di Roma

 - Indirizzo      INGRESSO  NORD -  Padiglione 8 - Via Portuense 1645

 

 
  STAGE NAZIONALE MULTI-STILE  DI  HAPKIDO

 

 

La Scuola Italiana Hapkido è un'organizzazione che si occupa di promuovere l'Hapkido in Italia, riunendo o invitando a partecipare Maestri dei vari stili.

 Nei giorni (12 e 13 marzo) si terrà a Roma un Seminario di due giorni, in cui potrete allenarvi e provare tre stili partecipanti.

L'Hapkido insegna a difendersi, ma anche il concetto di fratellanza ed amicizia.

 In questa visione, questo evento rappresenta indubbiamente un'importante passo nella crescita personale di ogni allievo e dell'Arte dell'Hapkido nel nostro Paese.

 

L'a.s.d. Chang-Young, ha accettato di buon grado l'invito a partecipare e ringrazia per questa possibilità il Maestro Lorenzo Milano e la SHI tutta.

 

Costo evento - € 50,00 (quattro seminari)

                        € 20,00 (cena sabato sera - zona Collatina)

 

 - Luogo          Palestra Heaven Fight Arena

 - Indirizzo       Via Francesco Paolo Bonifacio (Roma nord-est)

 

LOCANDINA_Seminario_SHAI_Roma_12Mar2016
Orari-stage-12-13-marzo-2016
Mostra altro

© 2023 by PERSONAL TRAINER. Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now